Chi siamo

In una stagione che non offre orizzonti di futuro, è il momento di alzare lo sguardo e andare oltre. Oltre la rassegnazione, oltre l’indignazione: due sentimenti negativi, che esprimono due risposte entrambe fallimentari. OL3 è un movimento che ha quest’obiettivo: compiere un passo deciso oltre la crisi, per ricostruire. E se la crisi non è solo economica, anche e prima di tutto culturale, sociale e politica dev’essere la rinascita.

OL3 è formata principalmente da giovani e si rivolge anzitutto ai giovani. Abbiamo preso sul serio le parole pronunciate da Giovanni Paolo II il 19 Agosto del 2000. Nella veglia di Tor Vergata, durante il Giubileo, il Papa (ci) affidò una missione per il nuovo millennio. Questo futuro è adesso.

OL3 è dunque un movimento di radicale ispirazione cristiana. OL3 è convinta che idee, valori, progetto di vita e di società che si rifanno alla Dottrina sociale della Chiesa siano universalmente condivisibili e vadano promossi.

OL3  punta anzitutto sulla famiglia, il lavoro, l’educazione e la scuola, la cultura.

OL3 nasce a Roma, città con una vocazione eterna, e si rivolge anzitutto alla Capitale. Ma il suo programma è di portata evidentemente molto più ampia.

 

OL3 si muove su:

3 Livelli Operativi

1. - OL3 è anzitutto uno stile di vita personale. Lo stile di chi ha preso la propria croce, di chi non si ferma alla mera indignazione di fronte ai problemi, di chi non si rassegna, di chi vuole essere generoso, di chi pensa che la vita abbia un senso e questo senso sia spendersi per gli altri, di chi ritiene che non si può essere felici da soli, di chi crede che tutto può essere valorizzato e che il male si può sempre trasformare in bene, di chi è convinto che per la pace e la giustizia sia indispensabile il perdono, di chi non si piange addosso, non recrimina sui propri difetti e sui limiti altrui. Da questo punto di vista gli OL3 sono accomunati anzitutto da un atteggiamento, da un modo di essere. Questo modo di essere, questo stile, è lo stile cristiano. In questo senso lo stile OL3 è quello di una tradizione millenaria, sempre viva e sempre rinnovantesi. OL3 è parte di una storia che viene da lontano e andrà lontano. Chi è OL3 trae dal suo tesoro cose antiche e cose nuove: e oggi cerca di superare vecchi schemi, ideologie o atteggiamenti. Chi è OL3 non porta avanti battaglie di retroguardia, non pensa di dover “difendere” qualcosa: una società perduta o idee e modelli filosofici elaborate secoli fa, vecchie categorie, vino vecchio in otri vecchi. Chi è OL3 ama la bellezza dello stile cristiano e la propone senza remore, cercando di testimoniarla anzitutto nella propria vita, e giocando all´attacco. OL3 è dunque lo stile cristiano di sempre, vissuto ancora una volta in modo fresco, allegro e colorato. Per questo non è detto che sia OL3 ogni apparente cristiano (ma che magari è rigido, schematico, triste); per questo può essere OL3 anche chi non è esplicitamente o apparentemente cristiano, ma vive questo stile (si tratta di coloro che Rahner definiva i “cristiani anonimi”)

 

2. - OL3 pensa che questo atteggiamento e questo stile di vita non siano una mera esperienza personale, ma abbiano una rilevanza pubblica e dunque in senso lato politica. Lo stile generoso, di un cristiano che fa il suo dovere sino in fondo, non può evidentemente non innervare e migliorare la società. Chi si fa carico personalmente dei problemi anche laddove le istituzioni non arrivano, non può che contribuire al bene comune. Da questo punto di vista OL3 non è solo una scelta di vita privata, ma è un´associazione, perché ogni atteggiamento personale ha evidentemente immediate conseguenze sul piano comunitario. Tutto è politica, in senso lato. La famiglia è allora l´esperienza per noi fondamentale. E´ il primissimo punto di passaggio dall´ambito privato, intimo, a quello pubblico, sociale. E´ il primo nucleo in cui si impara lo stile OL3, in cui si acquisisce l´alfabeto della generosità, il senso del limite, l´importanza e il ruolo del´esistenza altrui, la fatica del vivere in comunità. L´esistenza della differenza. Anche della differenza sessuale, che per noi è decisiva: per cui non è politicamente trascurabile il fatto che la procreazione e la nascita siano un processo naturalmente legato all´unione tra maschio e femmina. E che questi processi biologici possiedano una rilevanza umana non riproducibile in uno sterile laboratorio. Non sono politicamente trascurabili, tutt´altro, le categorie metafisiche di “padre” e “madre”, come d´altronde anche tanta psicologia insegna. E dunque su queste categorie e in questi termini va anzitutto e principalmente considerata la famiglia. In questa epoca storica, come mai prima nella storia dell´uomo, la politica si occupa di questioni che prima le erano sottratte, perché ritenute fuori dalla sua sfera: la vita, l´intervento sui corpi, della nascita e della morte. Non a caso si è detto che la questione antropologica è la nuova questione sociale. OL3 non ha timore di intervenire su questo livello, non ritiene che ci siano sfere sottratte al dibattito politico. Non difende tabù. Ma si fa carico di questa esigenza e propone la fondatezza e la bellezza delle scelte ispirate alla dottrina della Chiesa, perché ancorate appunto una meraviglia che trascende le scelte individuali e che è iscritta nel cuore dell´uomo. Ritiene che la famiglia sia la base e il fondamento della politica e non viceversa. Da questa pietra miliare discende il resto del suo impegno, che non trascura le questioni più urgenti della nostra epoca, dai giovani, al lavoro, alle emergenze sociali. OL3 ritiene che la crisi che attanaglia la società sia non solo economica, ma anche valoriale e culturale: ritiene quindi venuto il momento di un cambio di paradigmi, di grammatica, di linguaggio. Forse le intere categorie con cui si è pensata la politica vanno riviste. E´ il momento di una nuova cultura rispetto a quella dominante, una cultura che vada OL3.  

 

3- OL3 vuole sperimentare la rilevanza pubblica dello stile di vita descritto e delle scelte relative, come detto non prive di rilevanza pubblica, anche sul terreno strettamente politico. La politica non è una cosa sporca, ma è l´ambito in cui si decide gran parte del nostro destino terreno, dell´unica vita che ci è data di vivere. La felicità nostra e di tutti è legata e dipende per una buona misura da scelte politiche. Non si deve abbandonare questo ambito, è ora di occupare gli spazi. Con lo stile di vita suddetto, portando i temi e i modelli che non abbiamo paura di proporre come belli e felici. Il primo concreto banco di prova, ma non l´unico, saranno le elezioni a Roma del prossimo anno in cui non avremo timore di presentarci.

 

OL3 è dunque: 1 uno stile di vita, 2 che ha rilevanza pubblica e può farsi cultura, movimento, associazione di persone, 3 e che si traduce poi in azione politica concreta 

 

 

  • StumbleUpon
  • Facebook
  • Twitter
  • Print
  • PDF

facebook

Foto Gallery

cg2_1114 cg1_6946 cg2_1033 cg1_0226 cg1_0545 IMG_2647 cg1_0173 cg29428 cg29309 cg2_1205 cg1_0697 cg2_4056