L’impegno dei cattolici in politica ed i Principi non Negoziabili

La foto gallery della serata

Ciò che ha reso diverso l’incontro di martedì 16 aprile alla Chiesa delle Stimmate, non sono state solo le persone invitate a parlare, seppure testimoni di elevata caratura culturale e carisma sociale, neppure l’ambientazione in un luogo “sacro” diverso dal solito teatro, seppure luogo di elevato spessore artistico e spirituale, né tantomeno gli argomenti trattati, seppure ripresi interamente dalla Dottrina Sociale della Chiesa Cattolica e dalle note dottrinali di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, né infine la presenza di un pubblico vasto, caloroso ed interessato, come spesso abbiamo visto negli scorsi eventi di OL3.

Ci siamo ri-conosciuti: una folla eterogenea per età ed esperienze vissute, unita dalle stesse esigenze e da un vocabolario comune. Abbiamo fatto, tutti, un passo avanti importantissimo, è aumentata la consapevolezza che siamo sulla strada giusta, e abbiamo voglia di percorrerla insieme verso un futuro diverso, un futuro che vogliamo.

La serata ha preso avvio ripercorrendo in sintesi il cammino svolto dall’associazione OL3 dal 10 luglio dell’anno scorso ad oggi : la notte di Tor Vergata del 19 agosto del 2000, nella quale le parole del beato Giovanni Paolo II, declinate al futuro, hanno acceso le speranze di migliaia di giovani presenti, la bellezza e l’importanza dell’impegno politico, la fatica della rinuncia alla propria “nicchia” di Bene Comune, per dire il proprio “si” ad un impegno e ad un bene più grande, la necessità di andare OL3 le vecchie categorie politiche, per incarnare una politica che abbia profumo di futuro, che non sia imbrigliata nelle vecchie categorie di “destra” e “sinistra”, che traguardi i “contenuti” invece dei “contenitori”, che pensi al futuro dei nostri figli declinando in azione pratica i principi della Dottrina Sociale della Chiesa Cattolica.

Abbiamo spiegato l’importanza della “Visione Antropologica” e come questa si declini nella vita quotidiana, facendo esempi pratici, alla portata di tutti: a partire dal vocabolario che utilizziamo e dal significato che alcuni termini assumono nella lingua corrente, spesso in contrapposizione rispetto al significato originario, modificando così culturalmente la nostra percezione delle cose, per poi incidere sulle pratiche politiche e sociali che riguardano la nostra vita.

Abbiamo poi affrontato il contenuto centrale della serata, approfondendo l’essenza ed il significato dei cosiddetti “Principi non Negoziabili”: quale importanza questi rivestano per l’uomo e come siano costantemente messi in discussione e contraddetti da una cultura laicista, trasversale e nichilista, veicolata attraverso i media, molto spesso in modo latente ed indifferenziato. Abbiamo chiarito che la natura dei suddetti “Principi” ha valore “esperienziale” prima che “dialettico”, non costituiscono un concetto da imparare, ma sono vita da vivere, illuminando così il nesso inscindibile tra vita, responsabilità e bellezza.

La giornalista Costanza Miriano ha sottolineato l’importanza e la ricchezza, culturale e sociale, della differenza di sesso, in contrasto con una cultura omologante che invece tende a rendere paritari ed indifferenziati i ruoli e le caratteristiche proprie del “maschile” e del “femminile”. Questo fattore, oltre ad appiattire la nostra società, modifica le priorità dell’azione politica, anteponendo proposte ideologiche, astratte e non necessarie al corpo sociale, ai reali bisogni delle famiglie, che sopravvivono a stento in un momento come questo di fortissima crisi economica.

Con il monologo dell’attore Giovanni Scifoni tratto dal libro “Le lettere di Berlicche” di C.S. Lewis, abbiamo messo in evidenza come la bellezza ed il piacere, vissuti ed agiti nell’oggi, sebbene siano spesso usati in contrapposizione con i contenuti antropologici della religione cattolica, in realtà ne facciano parte a pieno titolo, incarnando l’umanità e la bellezza dell’incontro dell’uomo con il suo Creatore.

Abbiamo rivolto un appello al pubblico presente a passare dall’Astrazione alla Concretezza. La nostra città ha bisogno di testimoni credibili, disposti a mettersi in gioco, in prima persona, per portare avanti questi valori, i contenuti e la visione antropologica discussa e nella quale ci siamo riconosciuti, mettendo a disposizione i propri talenti, nel modo e nei tempi più opportuni. I verbi declinati al futuro, nel discorso di Giovanni Paolo II nella notte di Tor Vergata, sono diventati ora attuali, è il momento di farsene carico.

Le conclusioni hanno sottolineato la provenienza e lo stile che contraddistingue l’associazione OL3: per un cristiano l’impegno politico deve nascere da un incontro, da un’esperienza concreta, non da un concetto, da un’idea astratta. Abbiamo avuto la dimostrazione che questa circostanza genera una gioia, un’allegria, una pienezza di significato, che sono visibili e attraggono, ci invitano a mettersi in gioco. Seguire Cristo nell’impegno politico, altro da essere una noia e una fatica, diventa una cosa bella, interessante, allegra, che ti cambia la vita. Più una cosa si fa bene e più è bella. E se una cosa è bella, viene da Dio. E’ necessario che questa bellezza contamini tutto il nostro agire politico, cominciando da questa sera.

  • StumbleUpon
  • Facebook
  • Twitter
  • Print
  • PDF
Commenti chiusi.

!twitter

#temiOl3

  • 10527621_319450061513206_8925441035976221652_nQualcosa è cambiato. No, non al Governo, perché cambiano le persone, ma la tendenza a fare troppi provvedimenti spot è sempre la stessa (a che servono, tanto per dirne una, 1000 asili nuovi se non si fanno figli e se chi ce li ha è vessato dalle tasse?). No, non in Parlamento, perché “fatta la legge, trovato l’inganno” e ormai decidono più i giudici degli onorevoli (anzi, forse questa potrebbe essere una novità, ma no, è già cosa vecchia). Insomma, qualcosa è cambiato intendevamo qui, tra noi, a #OL3.

    Dopo il lungo tour, faticoso ma entusiasmante, che ha coinvolto oltre 40 parrocchie romane, abbiamo raccolto moltissime adesioni per la 3 giorni di formazione con persone da varie parti d’Italia (dalla Lombardia alla Sicilia, passando per le Marche), che porteranno i nostri contenuti nei loro territori, appassionando,anzi, "immischiando" a loro volta, altri amici.

facebook

Foto Gallery

Roma 20-01-2012Caritas, Mensa di Ponte Casilino, cg1_0226 CG1_8578 CG1_9303 CG1_9408 CG1_9437 cg1_6536 cg1_6894 cg1_7006 cg29241 cg29275 cg29436