Perché il bene comune riguarda tutti

Inizia qui un´avventura. Siamo consapevoli del rischio che ci assumiamo, entrando in prima persona in politica e mettendoci la faccia. Ma crediamo che mai come oggi sia necessario. Mai come oggi siamo chiamati a scegliere. Mai come oggi ci viene chiesto di non delegare, di prendere in mano le redini del futuro. In questa stagione molto difficile per la vita del paese, crediamo che sia indispensabile un surplus di energia e di partecipazione. Il bene comune, infatti, riguarda ed interpella ciascuno di noi. Troppo a lungo abbiamo lasciato fare agli altri, magari persino ai disonesti; e così la politica è diventata una faccenda sporca, di affaristi. Vogliamo invece riaffermare il principio che è possibile occuparsi della cosa pubblica in modo trasparente ed onesto, e allo stesso tempo con competenza. Siamo quindi una Lista ambiziosa; ma, allo stesso tempo, umile. Un altro grave difetto della nostra politica è il tasso di conflittualità. Da noi non usciranno critiche, né polemiche. Abbiamo deciso di impegnarci in nome di proposte concrete, e non per protesta. Vogliamo costruire e non distruggere. Portando uno stile nuovo e una ventata di freschezza. C’è tutto da fare nel mondo. C’è tanto ancora da fare, a Roma. Crediamo che il Sindaco Gianni Alemanno si sia messo sulla strada giusta. Vogliamo essere al suo fianco nell’impresa di restituire dignità alla politica e bellezza alla Capitale. Coinvolgendo la società civile e riavvicinando i cittadini comuni all’Amministrazione. Una buona politica è un sogno? Forse, ma noi ci crediamo.

Gianluigi De Palo

 

  • StumbleUpon
  • Facebook
  • Twitter
  • Print
  • PDF
Commenti chiusi.

!twitter

#temiOl3

  • 10527621_319450061513206_8925441035976221652_nQualcosa è cambiato. No, non al Governo, perché cambiano le persone, ma la tendenza a fare troppi provvedimenti spot è sempre la stessa (a che servono, tanto per dirne una, 1000 asili nuovi se non si fanno figli e se chi ce li ha è vessato dalle tasse?). No, non in Parlamento, perché “fatta la legge, trovato l’inganno” e ormai decidono più i giudici degli onorevoli (anzi, forse questa potrebbe essere una novità, ma no, è già cosa vecchia). Insomma, qualcosa è cambiato intendevamo qui, tra noi, a #OL3.

    Dopo il lungo tour, faticoso ma entusiasmante, che ha coinvolto oltre 40 parrocchie romane, abbiamo raccolto moltissime adesioni per la 3 giorni di formazione con persone da varie parti d’Italia (dalla Lombardia alla Sicilia, passando per le Marche), che porteranno i nostri contenuti nei loro territori, appassionando,anzi, "immischiando" a loro volta, altri amici.

facebook

Foto Gallery

IMG_0782 cg1_0153 cg1_0379 cg1_0731 cg1_0847 CG1_8903 cg1_8546 cg1_5891 cg1_5950 cg1_6012 cg29315 cg29401