OL3: ripensare la città tra ambiente e stili di vita

Eredi delle generazioni passate e beneficiari del lavoro dei nostri contemporanei, noi abbiamo degli obblighi verso tutti, e non possiamo disinteressarci di coloro che verranno dopo di noi ad ingrandire la cerchia della famiglia umana. La solidarietà universale, che è un fatto e per noi un beneficio, è altresì un dovere“ (Populorum  Progressio N.17).

La questione ambientale si presenta oggi come una vera e propria urgenza inter-generazionale: non possiamo infatti ignorare che le scelte che stiamo fancendo in materia di gestione dei rifiuti, uso delle fonti energetiche, sfruttamento delle risorse avranno un impatto decisivo sul mondo in cui vivranno i nostri figli. L’imperativo è, oggi più che mai sostenibilità, trovare cioè l’equilibrio tra uno sviluppo necessario alla qualità della vita presente e un maggiore rispetto e integrazione nell’ambiente che ci circonda.

Ma ripensare una città e un paese con maggiore sostenibilità ambientale non è solo un dovere ma rivela anche una bellezza: la bellezza di scoprire nuovi stili di vita, di ingegnarsi nel cambiare abitudini e prospettive attingendo a tutta la nostra creatività e al patrimonio della nostra cultura. E’ infatti questa una sfida in cui non sono solo le decisioni prese ad alti livelli a pesare, ma anche e soprattutto i gesti dei singoli e i piccoli cambiamenti nella vita quotidiana. Si pensi per esempio alla crescente importanza che hanno nella nostra vita le filiere corte, l’agricoltura biologica, i gruppi d’acquisto, la riduzione degli sprechi, le fonti di energia alternative, scelte fino a pochi anni fa considerate “di nicchia” ma oramai entrate nell’immaginario collettivo.

Cercheremo, martedì 16 ottobre alle ore 20.30, presso il Teatro di Santa Francesca Romana all’Ardeatino, aiutati dagli spunti di riflessione di Alessandro Giuliani, Primo Ricercatore del Dipartimento Ambiente dell’Istituto Superiore di Sanità, di condividere e sviluppare idee e suggerimenti che contribuiscano a rendere la nostra città e il nostro paese una casa sempre più accogliente.

 Giuliano Pompeo

  • StumbleUpon
  • Facebook
  • Twitter
  • Print
  • PDF
Commenti chiusi.

!twitter

#temiOl3

  • 10527621_319450061513206_8925441035976221652_nQualcosa è cambiato. No, non al Governo, perché cambiano le persone, ma la tendenza a fare troppi provvedimenti spot è sempre la stessa (a che servono, tanto per dirne una, 1000 asili nuovi se non si fanno figli e se chi ce li ha è vessato dalle tasse?). No, non in Parlamento, perché “fatta la legge, trovato l’inganno” e ormai decidono più i giudici degli onorevoli (anzi, forse questa potrebbe essere una novità, ma no, è già cosa vecchia). Insomma, qualcosa è cambiato intendevamo qui, tra noi, a #OL3.

    Dopo il lungo tour, faticoso ma entusiasmante, che ha coinvolto oltre 40 parrocchie romane, abbiamo raccolto moltissime adesioni per la 3 giorni di formazione con persone da varie parti d’Italia (dalla Lombardia alla Sicilia, passando per le Marche), che porteranno i nostri contenuti nei loro territori, appassionando,anzi, "immischiando" a loro volta, altri amici.

facebook

Foto Gallery

IMG_0779 IMG_0780 cg1_0353 cg1_1068 CG1_8664 CG1_9102 cg2_1114 cg2_1157 cg2_1187 cg1_8542 cg1_6541 cg1_7013