La quotidiana macchina del fango politica

Incontro quasi tutti i giorni giovani nauseati dalla politica. Come biasimarli? Hanno ragione: lo sono anche io. Quante sere torno a casa, letteralmente, con un senso di rigetto. Solo mia moglie potrebbe raccontarlo. Tutto è polemica, tutto è divisione, tutto è ideologico. Dove deve andare chi vorrebbe risolvere semplicemente i problemi dialogando e trovando soluzioni condivise? È possibile un’opposizione capace di criticare in modo costruttivo e propositivo? Le polemiche, certo, sono molto meno faticose ed impegnative delle proposte, delle idee e del confronto. Ma allontanano le risposte alle questioni aperte. Allontanano le persone tra loro. E oltre a tutto ciò, allontanano i giovani dal desiderio di dedicarsi alla vita pubblica e al bene comune Cosa dovrei rispondere ad una ragazza o ad un ragazzo che mi chiede se la politica è sporca? Chi ragiona guardando sempre e solo il marcio altrui non ha gli occhi puliti. OL3 la logica del capro espiatorio vogliamo soluzioni ai problemi. Vogliamo progetti, orizzonti, un futuro. Voglia di fare e di collaborare. La personalizzazione della politica de-responsabilizza ciascuno di noi, perché nessuno si prende la briga di analizzare in concreto le difficoltà, ma si sa a priori cosa è giusto o cosa è sbagliato in base al colore politico delle proposte. La famosa “macchina del fango”, di cui parlava Saviano, purtroppo in politica funziona quotidianamente, a tutti i livelli. Non si tratta solo di episodi eclatanti, facili da smascherare in televisione, ma di uno stile acquisito e sistematico con cui funziona tutto il sistema. Chiediamo allora una campagna elettorale sui contenuti e sulle proposte. Che vada OL3 le polemiche, la rabbia, i colpi bassi, le calunnie.I giovani si coinvolgono con la bellezza, con una prospettiva, con un’idea di avvenire. Non con il tifo becero da stadio. I giovani si devono innamorare del servizio alla cosa pubblica. Ho fame di Bene Comune e di dialogare con tutti. Anche con chi non la pensa come me. Ho fame di una politica diversa. Ho fame di toni e di stili nuovi. Ho fame di andare OL3.

Gianluigi De Palo
Presidente di Ol3 – Nè indignati nè rassegnati

  • StumbleUpon
  • Facebook
  • Twitter
  • Print
  • PDF
Commenti chiusi.

!twitter

#temiOl3

  • 10527621_319450061513206_8925441035976221652_nQualcosa è cambiato. No, non al Governo, perché cambiano le persone, ma la tendenza a fare troppi provvedimenti spot è sempre la stessa (a che servono, tanto per dirne una, 1000 asili nuovi se non si fanno figli e se chi ce li ha è vessato dalle tasse?). No, non in Parlamento, perché “fatta la legge, trovato l’inganno” e ormai decidono più i giudici degli onorevoli (anzi, forse questa potrebbe essere una novità, ma no, è già cosa vecchia). Insomma, qualcosa è cambiato intendevamo qui, tra noi, a #OL3.

    Dopo il lungo tour, faticoso ma entusiasmante, che ha coinvolto oltre 40 parrocchie romane, abbiamo raccolto moltissime adesioni per la 3 giorni di formazione con persone da varie parti d’Italia (dalla Lombardia alla Sicilia, passando per le Marche), che porteranno i nostri contenuti nei loro territori, appassionando,anzi, "immischiando" a loro volta, altri amici.

facebook

Foto Gallery

cg1_0124 cg1_0259 CG1_8578 CG1_8894 CG1_9082 CG1_9408 cg2_1021 cg2_1130 cg2_4043 cg1_6012 cg1_6538 cg29325